STABILIMENTO ALPINE

Dieppe, Normandia – Francia

HOME > CONSOLIDAMENTO PAVIMENTAZIONI > STABILIMENTO ALPINE

RENAULT ha acquistato e rilanciato il marchio automobilistico ALPINE noto per la sua specializzazione nella costruzione di vetture sportive. La produzione automobilistica era terminata nel 1995, ma 17 anni dopo la chiusura, nel novembre 2012 è stata annunciata la rinascita del prestigioso marchio. Lo stabilimento è situato a Dieppe, in Normandia, nel nord della Francia. È caratterizzato da un’estensione totale di 76.000 m² con 300 dipendenti in attività.

Nel 2017, in occasione del progetto di riorganizzazione della produzione automobilistica, i gestori dello stabilimento ALPINE nello storico impianto produttivo in Normandia, hanno dovuto risolvere un importante problema di cedimento differenziale verticale della pavimentazione. L’abbassamento rilevato aveva prodotto un dislivello tra le piastre di pavimentazione dell’ordine di alcuni centimetri. Su quella superficie si dovevano successivamente installare i macchinari e le attrezzature necessarie per il funzionamento della linea di produzione del nuovo progetto di veicolo.

Valutazione preliminari

A valle di una campagna di misure geotecniche condotta direttamente dai tecnici del committente, è stata rilevata la presenza di un terreno dalla scarse caratteristiche meccaniche, con evidenza di una forte eterogeneità litologica già dai primi 3,00 metri sottostanti la pavimentazione. I gestori dell’impianto dovevano intervenire con una soluzione rapida ed efficace, per garantire il pieno rispetto delle tempistiche di avviamento della linea di produzione del nuovo modello già annunciato sul mercato. Dopo un’approfondita analisi di fattibilità dell’intervento GEOSEC® si è trovata ancora una volta di fronte ad un progetto ambizioso: il consolidamento del sottofondo e del terreno di una grande area industriale pavimentata, mediante il suo esclusivo procedimento brevettato SEE&SHOOT®. Per garantire la continuità delle attività di lavoro e manutenzione, senza interferire con il programma operativo del cliente, l’area di intervento è stata suddivisa in due zone ben distinte. Il contesto di intervento e i tempi di realizzazione molto ristretti, hanno fatto sì che il metodo GEOSEC® sia stato ritenuto dal prestigioso Committente ideale per le sue esigenze. La bassa invasività dell’intervento, tre squadre composte da tre geologi responsabili di squadra e otto operai specializzati alternati su turni diurni e notturni di 8 ore, ha consentito di garantire la consegna dei lavori in tempi record e addirittura prima del termine contrattuale previsto, così da favorire al meglio l’installazione delle nuove linee produttive.

Dopo aver eseguito la mappatura dei sottoservizi tecnologici è stato eseguito un intervento di consolidamento del terreno secondo la disciplina del metodo brevettato SEE&SHOOT®. Dovendo intervenire su una superficie molto estesa e complessa, in accordo con la committenza, si è proceduto alla realizzazione preliminare di uno specifico test site che ha consentito di confermare e calibrare i parametri d’intervento necessari per la migliore gestione del lavoro complessivo. L’intervento vero e proprio è stato eseguito replicando il progetto preliminare definito con il test site.

Prove penetrometriche e tomografie 3D

L’impianto di controllo diagnostico ha previsto l’installazione di 8 stazioni di tomografia della resistività elettrica, oltre a 32 prove penetrometriche dinamiche DPM 30 comparative. Le acquisizioni di tomografia 3D, condotte prima delle iniezioni e calibrate con l’ausilio delle prove penetrometriche, hanno confermato l’evidente eterogeneità dello spessore litologico dei primi 3,00 metri dal piano di campagna ed in particolare corrispondente ad un tipico terreno di riporto.

Iniezioni di resina sotto controllo costante

Una volta iniziate le iniezioni, grazie alle ripetitive acquisizioni tomografiche intermedie e sempre sotto l’occhio vigile dei responsabili tecnici della ALPINE e GEOSEC®, è stato possibile osservare l’omogeneizzazione in corso d’opera della distribuzione della resistività elettrica fino a validazione finale del consolidamento. Risultato confermato anche dalle successive prove penetrometriche comparative intermedie e finali.

Per supporto e maggior informazioni,
parla con un nostro tecnico.
Richiedi un sopralluogo gratuito.





    I dati saranno trattati nel rispetto della tua privacy

    Esprimo il consenso (art 13 GDPR)