PALAZZO CONTARINI CORFÙ

Venezia – Italia

HOME > CONSOLIDAMENTO FONDAZIONI > PALAZZO CONTARINI CORFÙ

Contarini Corfù è un palazzo storico tra i più prestigiosi della laguna di Venezia, realizzato nel XIV secolo da Vincenzo Scamozzi. Affacciato sul celeberrimo Canal Grande, dove esprime il suo splendore storico e artistico, ha subito nel tempo notevoli e ripetute modifiche. Al suo interno, oltre ai segni evidenti delle modifiche strutturali, sono ancora ben conservati affreschi e stucchi settecenteschi. Anche nella controfacciata rimangono visibili tracce di affreschi risalenti al Cinquecento. A sinistra l’appoggio è su Palazzo Contarini degli Scrigni. L’edificio si presenta con un volume imponente, con 3 piani fuori terra. La fondazione è tipica lagunare, appoggiata su antiche infissioni di legno sovrastate da fasciame incrociato, di appoggio agli elementi in muratura.

L’edificio presentava un evidente cedimento differenziale in luogo dell’angolo interno su Rio SS. Gervasio e Protasio, con evidenti movimenti fessurativi nelle strutture sovrastanti fuori terra. Le difficoltà operative e logistiche imposte dal particolare luogo, hanno fatto propendere per un intervento di consolidamento mini invasivo mediante iniezioni di speciali resine espandenti.

Il terreno di fondazione

Dalle risultanze delle indagini geognostiche effettuate, è stata rilevata la presenza dalla superficie, e fino a 3 metri di profondità, di riporti di sabbia media limosa color nocciola, e frammenti di mattoni e malte. Al di sotto è stato rilevato un modesto strato di blocchi di arenaria color grigio, e tavolati in legno. Tra 3,6 e 4,2 metri abbiamo ritrovato limi sabbiosi debolmente argillosi di colore chiaro e frammenti lignei; al di sotto proseguivano limi sabbiosi con rari moduli e veli di sabbia. Tra 6 e 10 metri abbiamo trovato evidenza della presenza di sabbie medie e medie fini di colore grigio chiaro. Da ultimo, fino a 13,7 metri, sabbie medie debolmente limose, di colore grigio.

Estensione dell’ intervento:

Abbiamo eseguito iniezioni mirate al consolidamento di tutto il volume significativo, corrispondente a 25 metri lineari di fondazione.
L’impianto diagnostico ERT 3D è stato installato con due stazioni di rilevamento (St1, St2) in configurazione dipolo dipolo in foro con passo elettrodico verticale di 0,4 metri per 72 elettrodi suddivisi in 4 pozzi.

Prima dell’esecuzione delle iniezioni di resine per il consolidamento delle fondazioni, abbiamo integrato i dati dei volumi di terreno sottostanti l’impronta del fabbricato, forniti dalla Direzione Lavori dell’ing. Pianon, con il nostro sistema di diagnostica geofisica “ERT 3D” . Grazie a ciò abbiamo potuto rappresentare dettagliatamente il contesto disomogeneo posto al di sotto del fasciame di fondazione.

Successivamente abbiamo provveduto a definire le posizioni dei condotti di iniezione attraverso i quali avremmo effettuato le iniezioni di resina auto espandente. Il tipo di resina utilizzato sarebbe stato a celle chiuse, eco-compatibile, e le iniezioni eseguite tra il cordolo di fondazione ed il terreno naturale in appoggio, per semplice gravità. L’indagine Geofisica 3D è stata condotta per una profondità di molti metri sotto la fondazione lagunare, grazie ad appositi elettrodi e sensori installati verticalmente e sequenzialmente nel terreno. La scelta dell’impianto di indagine è stata determinante per l’ottenimento di vantaggiose restituzioni tomografiche ad alta definizione, che hanno consentito un approccio del tutto mirato e controllato delle operazioni di consolidamento. Fuori terra un rilevamento altimetrico di precisione ha consentito di prevenire sollevamenti anomali ed impropri della struttura interessata dalle iniezioni espandenti.

Bibliografia scientifica: 

 Near Surface – 4D cross-borehole electrical resistivity tomography to control resin injection for ground stabilization: a case history in Venice (Italy). 
Autori: Fischanger F., Morelli G., Ranieri G., Santarato G., Occhi M. 2013.

Per supporto e maggior informazioni,
parla con un nostro tecnico.
Richiedi un sopralluogo gratuito.





    I dati saranno trattati nel rispetto della tua privacy

    Esprimo il consenso (art 13 GDPR)