VILLA RESIDENZIALE

Dortmund – Germania

HOME > CONSOLIDAMENTO FONDAZIONI > VILLA RESIDENZIALE

Intervento di consolidamento del terreno di fondazione di un fabbricato adibito a civile abitazione presso Dortmund, Germania. Lo stabile è una villetta privata a due piani fuori terra con un seminterrato, costruita nel 1969 in struttura di cemento armato e laterizio direttamente dagli avi dell’attuale proprietario. A causa dell’evidente presenza di cedimenti differenziali verticali, il progettista ha optato per il consolidamento preliminare dei terreni di fondazione, mediante iniezioni mirate di resina espandente GEOSEC®.

Circa venti anni fa il proprietario dell’immobile ha osservato le prime preoccupanti lesioni in un angolo dell’abitazione.
Negli ultimi mesi, prima dell’intervento GEOSEC®, il quadro fessurativo aveva subito un’ulteriore importante evoluzione, fino a raggiungere in alcuni tratti delle aperture di fessura di circa 3 – 4 cm.
Le indagini geotecniche, condotte dalla proprietà, hanno messo in evidenza le scarse caratteristiche meccaniche dei terreni di fondazione, con una evidente riduzione della portanza.

Per ricercare le possibili cause del cedimento sono state eseguite indagini anche sugli impianti di raccolta delle acque. Tramite video ispezione è stato possibile rilevare la presenza di una perdita importante alle condotte interrate limitrofe alla struttura di fondazione.

Il team di intervento, composto da geologi e ingegneri professionisti, ha studiato la miglior strategia d’azione, dal monitoraggio del terreno, passando per le analisi computerizzate, seguendo l’innovativo approccio scientifico – geotecnico di GEOSEC®.

 

L’intervento è stato eseguito seguendo il procedimento brevettato SEE&SHOOT® di GEOSEC® su circa 11.10 metri lineari di fondazione continua (travi rovesce) con quota d’appoggio a circa -0.6 metri dal piano di calpestio.
Il team ha operato seguendo il progetto preliminare, che prevedeva una stazione di indagine di tomografia elettrica e 3 prove penetrometriche ad integrazione.
Le acquisizioni di tomografia elettrica (prima delle iniezioni), calibrate con l’ausilio delle prove penetrometriche eseguite anch’esse preliminarmente e meglio disposte in funzione delle anomalie resistive già rilevate, hanno confermato la forte eterogeneità dello spessore dei primi 2,00 metri di terreno, con l’individuazione di argille limose umide dalle scarse qualità meccaniche.
Una volta iniziate le iniezioni, grazie alle acquisizioni tomografiche intermedie, è stato possibile osservare rapidamente l’omogeneizzazione della distribuzione della resistività elettrica, tra zone cedevoli e zone più stabili prese a riferimento fino a validazione finale del lavoro.
Sono stati effettuati ben 12 fori per un totale di 36 iniezioni su tre livelli sovrapposti, dal piano campagna (- 0.7 metri, -1.1 metri, -1.6 metri) con un consumo di circa 470 Kg di resina espandente.

Per supporto e maggior informazioni,
parla con un nostro tecnico.
Richiedi un sopralluogo gratuito.





    I dati saranno trattati nel rispetto della tua privacy

    Esprimo il consenso (art 13 GDPR)